Renzo E

Members
  • Numero contenuti

    22
  • Iscritto

  • Ultima visita


Reputazione Forum

109 Excellent

Su Renzo E

  • Rank
    Member

Attività di Renzo E

  1. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione per la pre-cova   

    Dal punto di vista alimentare oltre ad una ottima miscela di semi ben bilanciata e di OTTIMA QUALITA’ verso i 60 gg prima degli accoppiamenti è bene aumentare niger e canapa ma senza accedere troppo ovviamente si parla sempre di semi di OTTIMA QUALITA’. Poi 3 volte a settimana dare complessi di vitamine e di aminoacidi anche qui si consigliano prodotti professionali. Sempre in questo periodo è consigliato mettere a disposizione i Sali minerali e il carbone vegetale entrambi meglio in polvere sempre a disposizione nelle apposite linguette separati. Per quanto riguarda la TERAPIA DI PRE-COVA così amata da moltissimi allevatori, bisogna sottolineare che da FARSI SOLO SE ESISTONO SOGGETTI AMMALATI, o vi è stata ELEVATA MORTALITA’ NEI NIDIACEI l’anno precedente CON I SOLITI ANTIBIOTICI A LARGO SPETTRO. Se i volatili sono sani la terapia è INUTILE e DANNOSA.
    • 0
  2. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione seme di lino   

    IL LINO: il lino (Linum usitatissimum). Si tratta di un seme oleoso che presenta un contenuto abbastanza elevato di grassi (38-40%) ed un buon contenuto di proteine (19-20%). Per quanto riguarda la composizione dei grassi, si tratta principalmente di acidi grassi polinsaturi composti per la maggior parte da omega-3 (57%), ma anche da omega-6 (16%) ed omega-9 (18%), con una piccola quota di acidi grassi saturi (9%). Per quanto riguarda la composizione delle proteine, si tratta di proteine di ottima qualità (P.E.R.= 2.70, in confronto alla caseina, considerata come standard, che ha un P.E.R. di 2.99), superiore alla qualità delle proteine contenute nella maggior parte degli altri semi oleosi. La digeribilità di queste proteine è alta (89,6%). Lo spettro proteico riporta come primo aminoacido limitante la Lisina. Il rapporto calcio/fosforo è di 0.4. I semi di lino presentano inoltre un elevato contenuto di vitamina E (19.95 mg/100g). Degno di menzione è il fatto che le varietà scure e quelle chiare di seme di lino possono differire dal punto di vista nutrizionale. Mentre tutte le varietà scure, sia a consumo umano che animale, possiedono valori nutrizionali pressoché simili, le varietà chiare possono presentare delle differenze anche importanti in funzione delle diverse varietà. Il contenuto proteico del lino chiaro può differire da quello del lino scuro in una misura che può andare dal -2% al +7%, come anche il contenuto di lipidi (ed in particolare di omega-3) che può andare dal -3% al +8%, in maniera proporzionalmente inversa. Per quanto riguarda l’alimentazione avicola, il lino rappresenta un seme che, oltre ad avere un buon contenuto di grassi di ottima qualità, presenta un buon contenuto di proteine di ottima qualità. Rappresenta quindi una componente essenziale nelle miscele di semi, che devono però essere formulate in maniera appropriata per compensare l’apporto lipidico elevato. L’elevato contenuto di omega-3 rappresenta un apporto dietetico importante durante la ovodeposizione e i primi dieci giorni di sviluppo dei nidiacei. Il suo contenuto proteico è più che sufficiente a fronteggiare le richieste sia nella fase di mantenimento (10%) ed ovodeposizione (13-15%), che nella fase di allevamento dei nidiacei (17-21%), data l’alta qualità delle proteine. In definitiva, si tratta di un seme che non dovrebbe mai mancare nelle miscele, opportunamente associato ad altri semi che abbiano proprietà nutrizionali complementari. Suggeriamo inoltre di preferire il lino scuro, dal momento che ha delle caratteristiche nutrizionali ben definite e meno variabili rispetto al lino chiaro.
    • 7
  3. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarini arricciati   

    La composizione per un buon pastoncino adatto per nidiacei è: protici digeribili 22-28%.
    Estrattivi inazotati 60-65%.
    Minerali 4%.
    Lipidi 4-6%.
    Fribra grazza 1-2%.
    Umidità (acqua) 4-6%.
    A questo pastoncino si deve aggiungere vitamine in polvere, minerali in polvere, 2 cucchiaini di caffè di carbone vegetale. L’ideale è somministrare un pastoncino secco bel appetito, senza mescolare verdure o uovo sodo o frutta tritata, perché i pastoncini inumiditi si alterano e sono mortali per i nidiacei e nocive per gli adulti.
     
     
    • 9
  4. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarini arricciati   

    Ciao, ambiente, alloggi, e alimentazioni devono essere adeguate al meglio onde permettere al patrimonio ereditario di esprimersi al massimo delle sue potenzialità. Pulizia accurata, disinfezione, disinfestazione, periodiche onde prevenire malattie e la loro diffusione, istallazione di un buon ionizzatore per tutto l’anno. Bene areato senza che il flusso d’aria colpisca direttamente i volatili.
    • 10
  5. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione Come colorate i soggetti a fattore rosso?   

    Concordo nell'usare in certi Canarini: cantaxantina e carofill rosso al 50%
    • 0
  6. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione sostituire le uova ai canarini   

    Buongiorno, le uova della Canarina vanno sostituite con le uova finte, fino alla fine della deposizione. Le uova vere si possono mettere in un contenitore imbottito di ovatta e rivoltare ogni giorno. Al termine della deposizione vanno tolte le uova finte e rimesse quelle vere. Questo sistema viene attuato per ottenere delle schiuse simultanee come avviene di solito in natura, ciò perché la canarina domestica tende ad iniziare la cova subito dopo la deposizione del primo uovo contrariamente alle femmine che vivono allo stato libero. (Questa tecnica si può usare con tutti i Fringillidi) Chi desidera non effettuare questa operazione consiglio di aggiungere al momento della schiusa un uovo finto. L’ultimo nato non sarà così schiacciato dai fratelli perché in basso ci sarà sempre il finto uovo….. Buona giornata 
    • 4
  7. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione acqua ossidata   

    Non è una bufala è un articolo a cura del dott. Stefano Figurella del 2013 della rivista Italia Ornitologica. 
    Secondo il mio parere non serve a nulla…..
    • 9
  8. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione l’ origano   

    Non altera il colore di nessun tipo di canarino.
    • 5
  9. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarini arricciati   

    Concordo!
    • 2
  10. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarini arricciati   

    Ciao ti rispondo io da oltre un secolo moltissimi allevatori “esperti” sostengono che l’isabella e il bruno è utilissimo per migliorare la qualità del piumaggio. Per chiarire le idee e bene esaminare le caratteristiche del bruno e di un isabella. Il Canarino bruno: occhi rossastri scuri. Le striature brune siano continue,più intense della restanti parte del piumaggio. Il bruno e verde ha perso per mutazione, il pigmento nero. Il bruno è recessivo rispetto al verde e il relativo carattere è legato al sesso. (COLORE D’INSIEME CIOCCOLATO). L’isabella è un Bruno “diluito” dovuto all’azione del 1° fattore riduttivo, colore insieme caffè latte.
    • 11
  11. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarini arricciati   

    Ciao Novello, bisogna aggiungere che le principali arricciature degli arricciati sono: jabot costituito da una doppia arricciatura che partendo dai lati del petto, si riunisce nella parte mediana di esso estensione variabile nelle varie razze. Fianchi che si trovano ai lati del corpo, devono essere simmetrici, sostenuti, ricurvi verso l’alto e differiscono dalle altre razze per la voluminosità. Sono difettosi i fianchi mancanti, asimmetrici, cadenti, di voluminosità diversa da quella prevista. Spalline costituiscono il piumaggio del dorso, hanno estensione diversa nelle varie razze e nel solo Arricciato di Parigi, esse si raccordano all’indietro. Esse devono essere ben spartite, simmetricamente, ben ricadenti e più o meno estese e voluminose secondo le varie razze. Sono difetto se asimmetriche, o mancanti, o troppo voluminose o troppo scarse. Quindi tutte le arricciature principali devono essere doppie e simmetriche. Il portamento è dato dalla posizione assunta da un soggetto fermo sul posatoio nel momento in cui esprime la sua bellezza estetica. La posizione è una attitudine errata che fa assumere al volatile un portamento fiero che nei migliori soggetti dal punto di vista estetico è ritenuto bello. A parte il Gibber Italicus, l’Arricciato del Sud e il Gibboso Spagnolo che evidenziano in particolare un portamento a 7 o a 1 è da ritenersi difettoso un portamento non sufficientemente eretto e quello non in linea perché, essendo inesistenti nei Fringillidi, fa pensare a difetti anatomici o funzionali.
    • 11
  12. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione canarine   

    E' possibile che la femmina faccia tutte queste uova. Il problema principale è che per la femmina un grande stress, e poi la Canarina i pully che cresceranno non è facile che li porti tutti avanti. Consiglio in casi come questi di mettere i pully con relative balie. 
    • 9
  13. Renzo E ha aggiunto un topic in Allevamento   

    Piselli scongelati
    Piselli scongelati, schiacciati e mischiati con pastoncino rigorosamente secco, una spruzzata di polline d'api..... Proteine allo stato puro in aumento per il periodo cove.....

     
     
    • 1 risposta
    • 48 visite
  14. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione Si avvicina il periodo delle cove   

     
    Ondulato mi trovi d'accordo con quanto scritto.....
     
     
    • 1
  15. Renzo E ha aggiunto un messaggio nella discussione è un piacere essere iscritto   

    Gentilissimi..... Grazie 
    • 0
  • advertisement_alt