A.O.S.

Members
  • Numero contenuti

    204
  • Iscritto

  • Ultima visita


Reputazione Forum

546 Excellent

Su A.O.S.

  • Rank
    Advanced Member

Attività di A.O.S.

  1. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Fringuello rosso-sopracciglio giovanile.
     
     
    Fringuello rosso-sopracciglio giovanile. Santuario di serendip Lara Victoria Australia.
     
     
                                  
     
     
                                                                                              
     
                                                                                                                      Foto scattata da Darren Slater.
     
     
     
    • 1 risposta
    • 15 visite
  2. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Ulula Surnia ulula
    Ulula (Surnia ulula) Northern Hawk Owl (Surnia ulula)
     

     
                                                                                                                              Foto di Normsnature
     
     
    • 0 risposte
    • 28 visite
  3. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione Nuovo utente   

    Benvenuto!!!!
    • 0
  4. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Pipistrelli dalla coda libera brasiliani
    Pipistrelli dalla coda libera brasiliani (Tadarida brasiliensis)  
    Le ali a punta, lunghe e strette di questi pipistrelli li rendono particolarmente adatti a un volo diretto e rapido; essi infatti, con una velocità registrata di ben 162 km/h, detengono il record di animali più veloci in volo piano, rubato al Rondone Eurasiatico.
     

                                                                                                                                        Foto di Jeff Culler
     
     
    • 2 risposte
    • 45 visite
  5. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione di che uccello si tratta   

    Ciao da quello che vediamo in foto è un granivoro. A il gozzo pieno. Guardando bene il becco, potrebbe essere o un Verdone o un Passero. Ancora è piccolo. Comunque lo puoi alimentare con insetti, fino a 20 giorni. Ti consigliamo di metterlo un una camera calda, ho se non hai la camera calda mettergli una lampadina accesa con un panno di lana soprattutto la sera. Mentre durante il giorno se la temperatura è maggiore di 25 gradi può stare scoperto. Bisogna alimentarlo ogni 20 minuti con omogeneizzato, e qualche pezzettino di lombrico, in questo aggiungi del pastoncino per insettivori nella pappa.
    • 3
  6. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione quando gli anellini diventano un problema   

    Concordo con quanto ha scritto amante dei pappagalli.... E' opportuno tenere sempre le zampette sotto controllo. Gli anelli FEO fino ad ora non hanno dato nessun problema.  
    • 10
  7. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione ciao   

    Benvenuto!!!! 
    • 0
  8. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Fringuello dipinto al mt Isa, ql.
    Fringuello dipinto al mt Isa, ql. Un'altra delle foto di Tim strong.
     

     
     
     
    • 0 risposte
    • 32 visite
  9. A.O.S. ha aggiunto un topic in AOS - Associazione Ornitologica Sicania   

    Varie
    L'Associazione Ornitologica Sicania vi augura un buon allevamento......
     
                                                                                          
     
    • 0 risposte
    • 86 visite
  10. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Foto molto affascinante
    Foto molto affascinante, scattata da Jackpot. Del arancio di colore nero.
     
                                                     
    • 2 risposte
    • 56 visite
  11. A.O.S. ha aggiunto un topic in Foto & Video   

    Beccafiori dorsorosso
    Beccafiori dorsorosso (Dicaeum cruentatum)
    Scarlet-backed Flowerpecker (Dicaeum cruentatum)
     Foto di Tan TS
     
                                                                                  
     
     
    • 4 risposte
    • 60 visite
  12. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione Il Cardellino isabella e la sua comparsa in natura   

    Argomento molto interessante 
    • 4
  13. A.O.S. ha aggiunto un messaggio nella discussione un parrocchetto di Derby maschio ed uno parrocchetto dal collare maschio.   

    Devi dirgli di stare sempre attenta nel socializzare perché il parrocchetto derby ha comunque una ranfoteca superiore più forte del parrocchetto dal collare, in quanto perciò può succedere che gli faccia male.
    • 1
  14. A.O.S. ha aggiunto un topic in Allevamento   

    Riproduttori che allontanano i pulli.
    Riproduttori che allontanano i pulli.
    Può accadere che i riproduttori allontanino i piccoli dal nido , a volte persino uccidendoli . Questo generalmente può accadere nei primi giorni di vita, pertanto occorre essere molto attenti e controllare spesso e in maniera discreta le voliere . Di solito , anche se non è una regola fissa , occorre prestatare attenzione al punto dove si trova il pullus caduto. Se è per terra sotto il nido potrebbe essere anche una causa accidentale , ( femmina che scende velocemente e bruscamente dal nido portandosi con sé il pullo) , da escludersi se si ripete anche nei giorni successivi, se invece viene trovato distante dal nido, allora potrebbe anche dipendere da una patologia del nidiaceo. Infatti in questo caso , l'istinto materno è quello di isolare e allontantanare il pullus non in perfette condizioni di salute. Utile sarebbe un analisi del pullus allontantanato da parte di un veterinario, per comprendere le cause patologiche. Non è affatto facile capire se è stato il maschio o la femmina e tanto meno comprendere i motivi. A volte anche sbalzi repentini di temperatura possono influire. A volte maschi molto " focosi" fanno "piazza pulita " per coprire nuovamente la femmina , in questo caso è utile ingabbiare il maschio avendo l'accortezza di lasciare la gabbia all'interno della voliera , facendo in modo che la femmina veda il maschio e non lo rifiuti una volta liberato . Difficile capire le cause di tutto ciò , come sempre un attenta osservazione aiuta moltissimo.
     
    • 2 risposte
    • 48 visite
  15. A.O.S. ha aggiunto un topic in Allevamento   

    Nidi abbandonati, uova chiare.
       
                                                                                                                                Nidi abbandonati, uova chiare.
                                                                                                        
     
    Le condizioni corporee , biologiche e fisiologiche , sono alla base della decisione prima d’iniziare la migrazione , e poi analogamente di continuarla dopo stop-over . Questa condizioni (principalmente fattori biotici ) possono variare anche molto – pur nella stessa specie – nei singoli individui e nelle popolazioni in varie aree di nidificazione e di svernamento . Le relazioni tra condizioni meteo ( fattori abiotici) e nidificazione non sono costanti e molti fattori variabili possono incidere con varia intensità sulle partenze e continuità delle nidificazione e durata di stop-over : tutti fattori che essi stessi variabilmente interagiscono tra loro . Ecco quindi le difficoltà che si trovano nell’uniformare metodi statistici ed analitici utili allo studio del rapporto meteo-nidificazione : molte variabili di base e molte variazioni temporali estemporanee esse stesse sono dipendenti da molta “variabili” biologiche-fisiologiche che strutturano la base corporea pronta alla nidificazione . La mancanza di dati che accomunano i casi di abbandono del nido e di uova "chiare" non ci sono, quindi capirne la motivazione diventa molto difficile, le condizioni climatiche soprattutto per gli allevamenti in esterno incidono sulla nidificazione e sull'abbandono delle covate, il persistere di cattivo tempo è l'aumento dell'umidità con sbalzi di temperatura probabilmente fanno in modo che taluni casi avvengano, questo viene confermato per l' allevamento in interno dove le condizioni climatiche incidono in parte e le conseguenti nidificazioni vanno a buon fine. Si è notato che l'eccesso di umidità stimoli la ricostruzione del nido da parte delle femmine con repertini cambi di ormoni e conseguenti abbandoni dei nidi. Avendo sottolineato l’enorme quantità di “variabili” anche interattive , che singolarmente od insieme incidono sul rapporto “ meteo/nidificazione “ , appare giustificato ricordare che le analisi statistiche richiedono – sul piano strettamente scientifico – formule sofisticate e complesse utili ad elaborare risultati credibili . A nostro personale avviso una certa critica a queste elaborazioni deve pur sempre essere esposta : infatti queste metodologie statistiche a volte si perdono in una miriade di dettagli statistici che allontanano da una dovuta unicità analitica “evidence based” , realistica e comprensibile in dati statistici.
     
     
    • 5 risposte
    • 58 visite
  • advertisement_alt