Il Siciliano

Members
  • Numero contenuti

    18
  • Iscritto

  • Ultima visita


Reputazione Forum

10 Good

Su Il Siciliano

  • Rank
    Member
  • Compleanno 17/11/1970

Attività di Il Siciliano

  1. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione gloster   

    Il Corona è probabilmente il tipo di Canarino più difficile da produrre e la maggior parte degli allevatori non ha molti Gloster corona di ottima qualità da selezionare. Molti compromessi devono essere messi in atto prima di produrre buoni Corona. Di solito il ciuffo migliore si trova sugli uccelli più lunghi. La piuma più lunga permette un ciuffo piangente e una struttura più morbida. Se si farà unicamente una selezione sui corona di grande effetto, ci si troverà ad avere un intero ceppo di uccelli lunghi. C’è da tener presente che l’obiettivo è sempre quello di ottenere un soggetto da esposizione che manifesta un corpo di buon tipo. Non bisognerebbe mai mantenere un Gloster con un ciuffo difettoso corona spaccata, fuori centro, a forma di scudo, ecc.. Meglio limitare la selezione scegliendo uccelli che mostrano una corona rotonda con il centro definito. La parte più difficile da produrre è la parte “frontale”, zona nella quale è necessaria un’abbondanza di piume. Gli uccelli che difettano nel frontale non produrranno mai uccelli di buon lignaggio. È consentito tollerare altri difetti a patto che ci sia un buon frontale. I “cornetti” sono il difetto più frequente nei Corona. Le piume intorno agli orecchi hanno una tendenza a svilupparsi in una direzione differente e gli uccelli con le corone eccezionali presenteranno spesso i cornetti. Diffidare sempre degli “esperti”:molti best in show sono stati “preparati” appena prima dell’esposizione. Si dovrà tentare di eliminare il difetto attraverso la selezione: un Gloster eccezionale non dovrebbe mai essere scartato sulla base di un solo difetto, a meno che questo non sia derivante da un problema congenito. Sarà meglio eliminare quei soggetti con le corone molto piccole, di solito hanno sempre un aspetto insignificante. A volte ricorderanno il primo Gloster allevato, ma ciò non porterà a risultati apprezzabili. Un buon Gloster è un uccello equilibrato,con la parte superiore proporzionata al resto del corpo. Piuttosto si dovrà mantenere un soggetto con una “grossa” parte superiore a scopo di selezione. Occorrono anni,a volte decenni,per selezionare buoni Corona. Se se ne hanno di buoni, si dovranno mantenere accoppiandoli ad uccelli di qualità con loro imparentati. Se non si hanno buoni Corona, sarà necessario procurarne qualcuno, non bisogna mai pensare di ottenerne come per magia. Bisognerà concentrarsi su di essi. Nell’allevare i Consort non si presenteranno le complessità genetiche del Corona, essendo questa una specie molto più semplice. Tuttavia, bisognerà tenere conto dello standard ideale. I Consort buoni provengono solitamente dalle linee degli uccelli più grandi, l’unica conferma della loro incompatibilità con i partner Corona. Non è sbagliato usare un partner Corona per produrre i Consort:in effetti,è ciò che la maggior parte degli allevatori fa. Sarà, però, necessario assicurarsi che il Corona utilizzato provenga da una linea i buoni Consort; pena la distruzione delle loro teste. Risulterà molto difficile valutare l’effetto di una corona sulla testa del Consort, per cui si dovranno considerare i parenti prossimi dell’animale per avere indicazioni al riguardo. I selezionatori di Gloster non dovrebbero aver timore; al contrario, si dovrà accettarla ed utilizzarla a proprio vantaggio. Se lo scopo è quello di produrre il ciuffo migliore possibile, le regole saranno invertite, cioè si dovranno usare i Consort imparentati il più strettamente ai Corona migliori. La maggior parte di questi Consort non renderebbero mai in esposizione. Se si vuol riuscire,è necessario adottare questa tecnica,altrimenti,anche introducendo molti buoni Corona, sistematicamente se ne annullerà l’efficacia nell’accoppiarli con i Consort “migliori”. Sarà meglio usare sempre i Consort più strettamente imparentati con i migliori Corona. Non si dovrà quindi tener conto della qualità della testa di questi Consort, non è quello lo scopo del loro impiego. Spero di esserti stato di aiuto.
    • 1
  2. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione gloster   

    I maschi fertili potranno essere mantenuti solitamente per 4/5 anni, finché produrranno la qualità. I maschi che sanno imbeccare sono inestimabili. Per i maschi che non feconderanno le uova potranno essere tenuti ancora un secondo anno con una femmina collaudata. Se si accoppierà un maschio presumibilmente sterile con una femmina non testata in precedenza, la situazione non avrà soluzione. Bisogna  usare sempre la migliore femmina riproduttrice a disposizione. Se dopo il secondo anno non si saranno ottenuti i risultati voluti, il soggetto andrà levato. Si potrebbe anche tentare di accoppiarlo un altro anno ancora, ma si rischia però di affaticare per nulla delle buone femmine. L’idea di accoppiare il maschio migliore a quante più femmine possibili potrà avere un effetto negativo sul ceppo. La maggior parte dei giovani migliori sarà strettamente imparentata e si dovrà presto ricorrere al rinsanguamento per evitare tare ereditarie. È quindi fondamentale la conservazione dei fratelli e dei cugini dei migliori maschi selezionati. Potranno essere usati per differenziare il ceppo genetico senza dover cambiare la linea di sangue troppo drasticamente. Si potrà così rimanere sorpresi nello scoprire quale maschio starà producendo la migliore prole. Il più delle volte i fratelli o le sorelle dei “campioni” presentano le migliori possibilità: individuare le somiglianze non è determinante. I maschi aggressivi nella gabbia d’allevamento saranno di notevole intralcio e andranno possibilmente eliminati. Il temperamento, come ogni altra cosa, è ereditario. Sarà opportuno scegliere maschi di buona indole che risulteranno di un certo aiuto nella gabbia d’allevamento. I Gloster maschi che assomigliano alle femmine sono la migliore risorsa di un allevatore. Sono solitamente di tipo eccezionale e più piccoli della maggior parte dei maschi. Impiantare un ceppo su tali maschi porta sempre un grande risultato. Le loro figlie saranno sempre esemplari difficili da battere nelle esposizioni. È normale che i maschi dalla grande taglia mostrino molto di più il tipo, ma ciò limiterà il risultato degli esemplari femmina nelle esposizioni. Se non si fa attenzione, alla fine le femmine risulteranno più grandi e, a quel punto, sarà troppo tardi correggere la situazione. Essere selettivi nei confronti della taglia dei propri maschi consente di tenere il ceppo sotto controllo e permette di esporre i maschi migliori senza essere penalizzati. Sarà bene assicurarsi che i maschi esibiscano un’intensa colorazione. In generale, le femmine mostreranno meno colore. I maschi impiegati non ben colorati genereranno femmine dall’aspetto molto sbiadito e si finirà con l’avere un intero ceppo di uccelli slavati. È molto difficile ottenere un buon colore sulla piuma larga. Le femmine potranno essere tenute, se fertili, per 3/4 anni, finché produrranno la qualità di cui si ha bisogno. Il successo di un ceppo si otterrà con l’abilità d’allevamento delle femmine, quindi sarà opportuno prestare molta attenzione per non finire con femmine di bell’aspetto,ma inutilizzabili. Poiché lo standard del Gloster richiede in genere una taglia piccola,è bene sempre avere un buon numero di femcherà la consanguineità ognuna delle femmine potrà produrre il campione. Si dovrà evitare, quindi, di mettere tutte le uova nello stesso nido per concentrarsi sulla femmina migliore. Si dovranno mantenere le buone riproduttrici imparentate col miglior soggetto: la possibilità di avere un ottimo soggetto verrà da una di loro. Se nell’allevamento ci saranno femmine di grande taglia in riproduzione, il ceppo sarà condannato. I loro figli saranno ancora più grandi e si andrà verso il fallimento. Femmine piccole e tonde sono una necessità; solitamente alleveranno meglio comunque. La maggior parte dei maschi saranno più lunghi e sottili della loro madre. Per le femmine con grandi corone, si potrà tagliare il ciuffo prima della stagione riproduttiva, ricrescerà alla muta seguente; così facendo, si darà alle femmine la possibilità di allevare la prole come normali canarini. Sarà opportuno accorciare la corona almeno un mese prima dell’accoppiamento per dare alla femmina la possibilità di abituarsi a vedere l’ambiente circostante. L’abilità nell’allevare è ereditaria. È sempre bene preferire le figlie delle migliori nutrici, se mostrano almeno il tipo di cui si ha bisogno. Una femmina con media qualità di allevamento sarà sempre migliore di una femmina superiore, ma improduttiva. È fondamentale ricordare che se si pratiranno riprodurre femmine sottili e lunghe, i loro figli non manifesteranno lo standard richiesto e probabilmente distruggeranno la qualità di qualsiasi femmina che s’impiegherà per migliorare i risultati. Le femmine con un buon tipo potranno generare maschi che assomiglieranno loro e questo sarà decisivo per ottenere successi.
    • 1
  3. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione gloster   

    Eccomi Pippo, sono prontissimo per aiutarti. La cosa molto importante è la muta, una volta terminata, arriva il momento in cui si pensa alla selezione dei gloster da tenere per i vari accoppiamenti. Sono le decisioni critiche da prendere per migliorare il ceppo. Devo dire con molta franchezza che a volte, il successo è solo una questione di fortuna, ma questo a volte perché a dire il vero ci sono regole di base che devono essere rispettate. Non bisogna mai prendere una decisione prima che un gloster  abbia completato la fondamentale muta. Capita spesso che alcuni gloster  promettenti si  rivelano molto deludenti proprio dopo la muta. Altri, invece, sono inaspettate sorprese. Cedere un giovane Gloster prima della muta è un enorme errore. Non bisogna mai dar per certo che un Gloster bello da vedere genererà buona prole. La composizione genetica degli uccelli è molto complessa e alcuni gloster anche se “campioni”, non produrranno mai soggetti validi. Ma con il “linebreeding”, limitando il numero di geni negli antenati, si otterrà l’aumento delle probabilità di avere Gloster con qualità superiore che a loro volta produrranno novelli migliori. E chiaro che un soggetto di scarsa qualità non andrà mai mantenuto. D’altra parte, non bisognerebbe mai scegliere un Gloster basandosi soltanto sulla sua apparenza, occorrerebbe sempre bilanciare l’estetica con il pedigree. Sarà opportuno dedicare molto tempo all’osservazione per quel che riguarda possibili zampette e gambe corte. Gli uccelli con i lumps rappresentano l’incubo del selezionatore di Gloster. Al di là dei luoghi comuni, i lumps sono ereditari e si accentuano quando i soggetti non hanno superato la muta in modo salutare. I vecchi riproduttori con problemi di salute potranno sviluppare i grumi. Gli uccelli sani con meno di 4 anni non dovrebbero avere lumps. Anche usando i gialli intensi, a piuma dura non sempre si potrà risolvere il problema. In alcune linee quando il problema è ricorrente, persino gli intensi sviluppano i grumi. Se selezionato correttamente, l’accoppiamento brinato per brinato produrrà uccelli che saranno esenti da lumps. Non è difficile notare che gli uccelli a fondo bianco sono di notevole aiuto,senza perdere la qualità dei gialli e dei verdi. In alcune linee in cui vengono usati molti gialli, non appena i gialli di seconda generazione saranno stati accoppiati produrranno uccelli con i lumps. Ciò indica chiaramente che si è conservato un tipo errato di qualità della piuma, forzando l’uso dei gialli per contrastare la morbidezza del piumaggio. La luminosità del colore non sempre indica la buona qualità del piumaggio. Invece, è indicatore affidabile lo stato della pigmentazione. Spesso si tende a confondere le due cose ed a fonderle in un’unica regola generale. La genetica va sempre studiata con molta attenzione.
    • 1
  4. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Coronavirus   

    Non ho mai rimpianto tanto la decisione di non tenere in casa un televisore come in questi giorni. Tuttavia, dopo questi giorni che ti dicono in continuazione  di stare confinato in casa, senza mettere il naso fuori. Ma a dire il vero la vera seccatura di quello che chiamano “isolamento domestico fiduciario” per coronavirus è principalmente questo: l’assoluta incertezza. Una misura cautelativa che interessa tutti cittadini, volta a limitare la diffusione del virus isolando tra le mura domestiche chi è entrato in contatto diretto con una persona infetta. Attenzione non sto dicendo che non e giusto quello che viene continuamente detto STATE A CASA, ma voglio dire che lo potevano dire prima i SIGNORI POLITICI CHE CI GOVERNANO. Comunque detto questo, dico: Sperimo che tutto finisce al più presto, anche perché spero di no, ma ho l’impressione che sarà molto dura e lunga. E tutto questo è dovuto anche perché questo governo di INCOMPETENTI, non hanno saputo prendere le dovute decisioni. Questo è il mio parere!
    • 1
  5. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Appassionati di Ornitologia   

    Io dico che spetterà al tempo giudicare chi di questi ALLEVARORI abbia imboccato il percorso migliore. Non posso fare altro che augurare a questi TALI buon lavoro sperando comunque di trovare, nuovi orizonti capaci di innovare con democrazia, saggezza e pervicacia. Tutto QUI!
    • 0
  6. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Eccomi!   

    Benvenuto in questo forum di amici
    • 0
  7. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Per malattia perora non posso più essere presente nel forum   

    Tantissimi auguri di una buona guarigione…..
    • 0
  8. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Tutti a parlare di ORNITOFILIA   

    u putiari chiddu chi avi abbannia… Questa nuova federazione mi fa proprio ridere, tutti li ha parlare di mostre e competenze, tutto falso….. Parlano di mondo nuovo, ha,,ha,,,,aha,,,,
    • 1
  9. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione ciao a tutti   

    Benvenuta in questo forum di amici
    • 0
  10. Il Siciliano ha aggiunto un messaggio nella discussione Buongiorno a tutti da un appassionato principiante   

    Benvenuto in questo forum di amici
    • 0
  11. Il Siciliano ha aggiunto commento ad una immagine della galleria FEO-0.jpg   

    A tutti coloro che allevano CANARINI la FEO vi augura buon ALLEVAMENTO
    • 0
  12. Il Siciliano ha aggiunto commento ad una immagine della galleria FEO-3.jpg   

    A tutti coloro che allevano INDIGENI la FEO vi augura buon ALLEVAMENTO
    • 0
  13. Il Siciliano ha aggiunto commento ad una immagine della galleria FEO-9.jpg   

    A tutti coloro che allevano PSITTACIDAE la FEO vi augura buon ALLEVAMENTO
    • 0
  14. Il Siciliano ha aggiunto commento ad una immagine della galleria FEO-1.jpg   

    A tutti coloro che allevano ESOTICI la FEO vi augura buon ALLEVAMENTO
    • 0
  15. Il Siciliano ha aggiunto commento ad una immagine della galleria FEO-2.jpg   

    ALLEVARE una PASSIONE, PROTEGGERE un DOVERE
    • 0
  • advertisement_alt