Antonio Papania

CDF Feo Onlus
  • Numero contenuti

    273
  • Iscritto

  • Ultima visita


Reputazione Forum

1863 Excellent

3 Seguaci



Su Antonio Papania

  • Rank
    Advanced Member

Visite recenti


638 visite nel profilo

Attività di Antonio Papania

  1. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione fanello nordico   

    Capisco cosa vuoi dire Anna, per risolvere questo problema, si deve somministrare solo betacarotene, niente cantaxantina e in una modesta quantità, giusto per delineare il dimorfismo. Buona serata!
    • 4
  2. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione although old in the forum I introduce myself   

    Hello and welcome back among us.I remind you that going to the indicated page you will find the "Birdboards" that you can insert in your signature ......http://forum.feo-italia.it/index.php?/gallery/category/10-qui-trovate-i-birdboard-che-potete-inserire-nella-vostra-firma/Inoltre In the site....http://www.feo-italia.it/ you can find news and registration procedures for the European Ornithophilic Federation and all the tables relating to the diameters of the rings distributed by the FEO.
    Hello and see you soon.
    • 0
  3. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione specie di ciuffolotto   

    Cominciamo con il GENERE PINICOLA. In cattività questi Ciuffolotti hanno problemi di respirazioni se mantenuti in ambienti umidi e caldi. Non sempre si riproducono il primo anno. Il canto piuttosto monotono, si avvicina a quello del Phyrrula. Per la costruzione del nido i Pinicola usano sia gli aghi di pino che la fibra di cocco e alimentano i pully con camole, canapuccia bollita, ma DEVONO ESSERE ABITUATI A QUESTA ALIMENTAZIONE prima della deposizione. Per quanto riguarda l’alimentazione Scagliola, Avena, Canapuccia, Girasole e qualche Bacca, fetta di mela.
    Ora passiamo al GENERE PHYRRULA. Il Ciuffolotto, è allevato sia per le belle caratteristiche estetiche che per le mutazioni di colore che hanno. Gli F1 intergenerici sono generalmente fecondi, tali mutazioni potrebbero essere trasferite da quello Indigeno a tutti i  PHYRRULA esotici. Detto questo va detto che le Bacche sono importanti e vanno fornite costantemente perché i Ciuffolotti si possano nutrire della polpa dei semi ivi contenuti. Per quanto riguarda il periodo riproduttivo, molto amate sono le infiorescenze di Girasole ed i Mais immatura. Per i semi secchi, alla Scagliola vanno uniti Girasole striato con Canapuccia.
    • 11
  4. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione specie di ciuffolotto   

    Salve Novello. Non è stato dimenticato, il Ciuffolotto Siberiano (Uragus Sibiricus) è inserito nel GENERE CARPODACUS il quale comprende tutti quei soggetti precedentemente denominati CIUFFOLOTTI pur non essendo iscritti al GENERE PINICOLA o PINICOLA.
    • 11
  5. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Cardellini normale x mutato   

    Allora per quanto riguarda l’accoppiamento da te citati numero 1), tutti i figli normali portatori della mutazione.
    Per l’accoppiamento numero 2), 50% mutati; 50% normali portatori della mutazione.
    Per l’accoppiamento numero 3), 25% normali, 50% portatori, 25% mutati.
    Per l’accoppiamento numero 4), 50% portatori, 50% normali.
    Buona Domenica!
    • 18
  6. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Cardinalino   

    Come ho sempre detto l’alimentazione deve permettere i migliori risultati quindi consiglio una alimentazione così composta: in una piccola mangiatoia bisogna mettere semi di Perilla bianca e scura mescolati per bene in parti uguali.  In una piccola mangiatoia bisogna mettere semi di Lattuga e di Panico. In una piccola mangiatoia bisogna mettere semi 60% Scagliola, 30% Niger.  In una piccola mangiatoia bisogna mettere dell’ottimo pastoncino secco. In una piccola mangiatoia bisogna mettere semi di Rapunzia o Enagra.
    Sottolineo che tutti questi semi devono essere di ottima qualità.
    • 13
  7. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Cardinalino   

    Non so quale sia il problema per il tuo amico. 
    Gli accoppiamenti danno il migliore risultato a partire dalla metà di aprile. La temperatura dovrà essere aumentata, dal momento della deposizione delle uova, alla notte essa  non dovrà scendere sotto i 18°-20°C.
    A mio avvivo il migliore risultato di accoppiamento si ottengono in un locale interno adeguatamente riscaldato in gabbie da 1 a 1,20 metri di lunghezza con divisorio. Quando la femmina inizia la cova, si separa il maschio. Quando i novelli avranno l’età di 5 giorni, il divisorio verrà tolto, il più delle volte il maschio aiuterà la femmina nella nutrizione dei pully.
    Se la femmina inizia una nuova deposizione, si rimette il divisorio isolando il maschio e i piccoli,  che il maschio alimenterà fino allo svezzamento.
    • 13
  8. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione pezzati   

    I pezzati asimmetrici : presentano colorazioni del piumaggio gialla o bianco con pezzatura irregolare di colore diverso, la maschera è incompleta e con in numero variabile di punti.  La pezzatura non deve essere ovviamente simmetrica.
    I pezzati simmetrici : hanno colorazione scura con poche pezzature simmetriche chiare che riguardano nuca, ali, petto e coda. In base alla combinazione delle pezzature si distinguono in: pezzati simmetrici con banda cioè hanno maschera completa, compresi i punti sulla gola, una toppa chiara sulla nuca e una fascia chiara sul petto ben delineata, pezzati simmetrici  con toppa sono simile ai precedenti, ma con pezzature chiare limitate alla toppa sulla nuca, alle remiganti  e alle timoniere, e pezzati simmetrici a remiganti chiari la pezzatura chiara è limitata alle sole sette remiganti primarie.
    • 2
  9. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione pezzati   

    Forse intendi, i pezzati asimmetrici  e i pezzati simmetrici ….
    • 2
  10. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Eccomi!   

    Ciao benvenuto tra Noi!
    Ti ricordo che andando alla pagina indicata trovi i " Birdboard" che potrai inserire nella tua firma ...... http://forum.feo-italia.it/index.php?/gallery/category/10-qui-trovate-i-birdboard-che-potete-inserire-nella-vostra-firma/Inoltre nel sito http://www.feo-italia.it/ potrai trovare notizie e modalità di iscrizione alla Federazione Europea Ornitofili e tutte le tabelle relative ai diametri degli anellini distribuiti dalla FEO.
    Ciao e a presto.
    • 0
  11. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione GENERE CARPODACUS   

    L’Uragus; vive facilmente in cattività è abbastanza robusto. Ma necessita un buon ambientamento per dare il suo massimo. Ha un canto molto vario fatto di note smozzate mescolate a rapidi gridolino. Il richiamo è dato da una serie di rapidi fischi. La femmina depone 4-6 uova che cova per 15 gg.
    L’Urocynchramus; in cattività si stressa facilmente. Le femmina depone 4 uova che dopo 13 gg di cova nascono i pully. Che sono molto simili a quelli dell’Organetto si per dimensioni che per colore, ma hanno un’apertura boccale più ampia.
    Buona giornata!
    • 15
  12. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione GENERE CARPODACUS   

    Come già citato il GENERE CARPODACUS comprende tutti quei soggetti precedentemente denominati CIUFFOLOTTI pur non essendo iscritti al GENERE PINICOLA o PINICOLA.
    I Carpodachi si dividono in 21 specie comprendendo tutti i soggetti, diversi fra loro per forma e taglia, ma che hanno in comune il lipocromo del piumaggio che va dal rosa, al rosso, al rosso porpora.
    Quasi tutte le specie sono diffuse nel luogo di origine del GENERE escluse le 3 americane e l’unica Europea il Carpodaco scarlatto.
    Tutti i Carpodachi acquisiscono la tipica livrea dopo la seconda muta, tranne il Carpodaco Messicano che acquisisce il piumaggio definitivo dopo la prima.
    Un Genere molto simile a quello in questione è il Pinicola che si defferisce dal Carpodacus per l’essenza di disegno nella femmina, rapportabile a tale Genere sono anche l’Uragus (Ciuffolotto Siberiano), e l’Urocynchramus (Ciuffolotto di Przewalski) che per il lipocromo rosso, i luoghi di origine e abitudini sono assimilabili al Genere in parola.
     
    • 15
  13. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Ricetta Prealpina   

    Si infatti Renzo, la stessa cosa vale per simili disturbi dei Cardinalini, Cardellini, Lucherini Indigeni ed Esotici e altre Specie.
    • 1
  14. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Ricetta Prealpina   

    Il Mirtillo nero è una pianta di montagna che produce bacche nero violacee che sono preziose per i nostri volatili, e la gran parte dell’evifauna montana Ciuffolotti, Lucherini, Organetti, ecc… Ne mangiano, traendone grande giovamento per la salute, in particolare dell’apparato digerente.
    Tra le sue diverse virtù ha una netta azione antidiarroica e tutte le Specie di volatili allevate ne dovrebbero mangiare in adeguate quantità e in pochi giorni i disturbi intestinali spariscono.
    Buona giornata.
    • 1
  15. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Per malattia perora non posso più essere presente nel forum   

    Salve Massimo.
    Sai che puoi sempre contare sulla nostra vicinanza, sia nei momenti lieti che in quelli meno sereni, come quelli di adesso.
    Affidati a noi anche in questo difficile momento; tieni in alto lo spirito e presto ne rideremo insieme!
    La vita è costellata di ostacoli ed ora tu nei hai uno molto impegnativo da superare; metticela tutta, incoraggiandoti lungo la via e pronti a festeggiare vicino al traguardo della guarigione.
    A presto.
    • 0
  • advertisement_alt