Antonio Papania

CDF Feo Onlus
  • Numero contenuti

    87
  • Iscritto

  • Ultima visita


Reputazione Forum

575 Excellent

Su Antonio Papania

  • Rank
    Advanced Member

Visite recenti


258 visite nel profilo

Attività di Antonio Papania

  1. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Canarini F e P   

    In commercio sono reperibili vari prodotti coloranti.
    Per i Canarini a fondo arancio è bene utilizzare loro il beta-carotene che fornisce un bel rosso.
    Per altre razze non a fattore rosso si può miscelare apocarotenale che dà un bel giallo-arancio ; Canthaxantina che è forte pigmentante in rosso e se somministrato con eccesso o da solo, conferisce sfumature violacee o brunastre mattone.
    Dosaggi eccessivi rovinano il fegato, disturbi intestinale è morte. Consiglio di controllare le feci che devono essere leggermente colorate di rosso.
    Ridurre i quantitativi di colorante se troppo rosse.
    Consigliabili le seguenti miscele: 1) 1/3 di canthaxantina + 2/3 di beta-carolena. 2) 1/4 di apocarotene + 2/4 di beta-carotene + 1/4 di canthaxantina. 3) 50% di beta-carotene + 50% di carote nidi vari (canthaxantina, apocarotenale, capsantina, rhodoxantina, ecc……).
     
     
    • 2
  2. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Canarini F e P   

    Ciao diciamo subito che per certe razze di Canarini è prevista la colorazione artificiale.
    Per il Canarino di colore a fattore rosso generalmente essa inizia o da nido o verso i 40 gg. Dipende dal Canarino.
    Ma per determinate Razze di Canarini di F e P è consigliata la colorazione rosso-arancio come il Norwic, Yorkshire, Arricciati di colori leggeri, ecc…..
    Per molte altre specie la colorazione è VIETATA.
    L’amministrazione colorante deve continuare per tutto il periodo muta e comincia a decrescere verso la fine di essa, quando le ultime piume stanno per terminare la crescita.
    Dopo il termine della muta, il colorante può essere somministrato 2 volte a settimana.
     
    • 2
  3. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione riconoscere la coppia   

    Buongiorno Giulia, allora con l’entrata in ESTRO ogni soggetto butta fuori la sua natura, evidenziando un suo comportamento preciso nei confronti del sesso opposto.
    In molti casi c’è la “spinta istintiva” ma anche il “singolare carattere” di ogni soggetto, che va capito e conosciuto, questo per fare si che avvenga una buona stagione riproduttiva.
    Buon allevamento e salutoniiii.
    • 3
  4. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione mutazioni di colore interessanti dei fringillidi.   

    Ciao Novello, devo dire con molta franchezza che raramente si fanno queste domande, quindi ti faccio i miei complimenti……
    Detto questo rispondo che i Frigillidi sono interessati da diverse mutazioni di colore, queste con la loro comparsa hanno dato un impulso positivo all’allevamento delle specie che ne sono oggetto, tra quale il VERDONE, L’ORGANETTO, IL LUCHERINO. IL CARDINALINO DEL VENEZUELA, IL LUCHERINO T.N., IL VERDONE DI CINA, IL CARPODACO MESSICANO, ECC……
    Alcune delle mutazioni comparse altre no.
    Grazie alla fecondità degli F1, per alcuni generi è stato possibile traslare le mutazioni da specie a specie.
    Tutte influiscono nell’aspetto fenotipo dei soggetti e probabilmente quelle danno un risultato estetico più apprezzabile sono l’agata, la pastello, l’opale e la rubino.
    In fatto di mutazioni ognuno di noi ha le sue preferenze con soggetti diluiti, gli ossidati.
    Dato che tutte le mutazioni dei Fringillidi sono comparse in natura per poi essere selezionati in cattività, oltre che l’aspetto fenotipico è necessario conoscere il comportamento genetico, perché solo così si può comprendere che è improbabile l’appariazione di un Cardellino Isabella in natura, dato che una mutazione può anche insorgere spontaneamente, ma due bruno+agata=isabella in un unico soggetto è impossibile o quasi.
    Per ben capire la genetica e quindi la trasmissione ereditaria di determinati caratteri somatici, è fondamentale conoscere la cellula, la sua struttura e soprattutto il suoi meccanismi riproduttivi in virtù del tessuto somatico o germinale di cui è la componente elementare.
    Salutoniiiii e buon allevamento! 
     
    • 7
  5. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione prede vive   

    Le larve le più usate sono le Camole della farina o del miele, ma vengono usate anche le larve di Mosca carnaria bollite, ecc….
    L’ideale sarebbe fornire dei rami infestati di Afidi e di Bruchi.
    Si possono dare anche i Bigattini bolliti, un alimento che costa poco, non fa male, ma poco piace ai volatili che devono essere abituati a mangiarlo per tempo.
    Possono essere anche dati i Caimani.
    Per abituare i volatili a cibarsene è indispensabile unire a quelle bollite anche le larve vive che con il loro movimento attirano l’attenzione dei volatili.
     
     
    • 6
  6. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione la muta   

    Ciao, la muta è un fenomeno naturale dovuto alla secrezione di ormoni da parte di ghiandole a secrezione interna.
    Al termine delle cove diminuisce l’attività delle ovaie e testicolo.
    Durante la muta i volatili sono sterili e i maschi non cantano. Durante la muta è indispensabile migliorare l’alimentazione: un buon pastoncino, molta frutta, verdura varia, aumentare un po’ senza esagerare i semi OLIOSI.
    È bene fornire a giorni alterni vitamine del gruppo B, PP, H A, K. Va aggiunto un complesso di aminoacidi solforati, nell’acqua da bere. Mettere a disposizione sale minerali in polvere.
    Bisogna dire che un’alimentazioni di semi SCADENTI durante la MUTA fa PROLUNGARE IL FENOMENO.
    Con SERIE CONSEGUENZE: 1) volatili indeboliti. 2) facilmente aggrediti dalle varie malattie. 3) piumaggi scadenti. 4) scarsa fertilità.
     
    • 10
  7. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione Nuovo utente   

    Benvenuto tra Noi!
    Ti ricordo che andando alla pagina indicata trovi i " Birdboard" che potrai inserire nella tua firma ...... http://forum.feo-italia.it/index.php?/gallery/category/10-qui-trovate-i-birdboard-che-potete-inserire-nella-vostra-firma/
    Inoltre al sito http://www.feo-italia.it/ potrai trovare notizie e modalità di iscrizione alla Federazione Europea Ornitofili e tutte le tabelle relative ai diametri degli anellini distribuiti dalla FEO.
    Ciao e a presto.
    • 0
  8. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione lucherino x fanella   

    Questo Ibrido è un po’ più piccolo del Fanello e un po’ più grande del Lucherino.
    Il suo colore è simile a quello del Fanello.
    È un volatile vivace, e il canto dei maschi è allegro, prevalendo il suono del Fanello inframmezzati dalle acute note del Lucherino.
    Le femmine Ibride evidenziano una maggiore brinatura sulle gote, fianchi e sul petto, rispetto ai maschi.
    Salutoni……
    • 11
  9. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione organetto x cardellina   

    Questo uno dei più piccoli dei nostri Ibridi, si può ottenere dalla Ibridazione tra un maschio Cardellino x Organetta e sia da maschio Organetto x Cardellina.
    I più belli esemplari sono nati da Organetto x Cardellina, è quindi consigliato il maschio Organetto come il padre.
    Questi Ibridi sono vivaci, con movimento simile a quello dell’Organetto, e anche come atteggiamento e comportamento e benché sono molto belli nei colori ad eccezione della graziosa maschera rossa della faccia, risultano i volatili più attraenti.
    I maschi hanno un breve ma grazioso canto, con combinazione delle note sia del Cardellino e sia dell’Organetto.
    Le femmine Ibride hanno una maschera meno colorata e molto meno estesa di quella dei maschi, col piumaggio del corpo di una generale pallida tinta nocciola.
    Buon allevamento
     
     
    • 13
  10. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione piume della cloaca   

    Eccomi Novello, i riproduttori devono essere toelettati le piume della cloaca e non TIRATI, ma questo solo per i soggetti e razze con piumaggio voluminoso, lasciando intatte le piume dell’APERTURA CLOACALE perché se tagliate i MOZZICONI diventano pungenti e provocano dolore durante la copula impedendo la FECONDAZIONE.
    …… La cloaca si apre durante la copula e anche i margini della stessa, sui quali sono disposte le piume, aprono le piume stesse permettendo la fecondazione. Invece le piume folte attorno alla cloaca è bene vengano diradate.
    Detto questo voglio aggiungere a chi normalmente non occorre il taglio delle piume della cloaca nelle razze di tipo dolicomorfo e mesomorfo.
    Per i Canarini di F e P Maschi come: Arricciati Parigini, Lancashires, Arricciati Padovani, Yorkshire, Norwich, Crested. E quelli apparentemente di razza delicata come: Gibber italicus, Arricciato svizzero, Arricciato del Sud, Gibboso spagnolo, Bossu belga, Hosso.
    È bene iniziare la preparazione alle cove con vitamina A-D3-E, almeno 20 gg prima della femmina. Tutto questo perché nelle suddette razze quando le femmine sono pronte agli accoppiamenti, i maschi risultano apatici e molte uova non sono feconde. Nella altre razze come più volte citato, se appartenenti a ceppi sani quindi esenti di malattie, l’inizio della preparazione alla cova dei 2 sessi può essere contemporaneo.
    Concludo dicendo ancora una volte che: NON E’ POSSIBILE OTTENERE UN BUON CEPPO, CON RIPRODUTTORI INDEBOLITI E SFRUTTATI DA UN ECCESSIVO NUMERO DI COVATE.  Questo vale per tutte le razze allevate…..
     
    • 13
  11. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione ciao   

    Benvenuto tra Noi!
    Ti ricordo che andando alla pagina indicata trovi i " Birdboard" che potrai inserire nella tua firma ...... http://forum.feo-italia.it/index.php?/gallery/category/10-qui-trovate-i-birdboard-che-potete-inserire-nella-vostra-firma/
    Inoltre al sito http://www.feo-italia.it/ potrai trovare notizie e modalità di iscrizione alla Federazione Europea Ornitofili e tutte le tabelle relative ai diametri degli anellini distribuiti dalla FEO.
    Ciao e a presto.
    • 0
  12. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione lucherino x verdona.   

     Questo Ibrido è un po’ più grande dell’Ibrido Cardellino x Lucherina e un po’ più grosso.
    Assomigliando prevalentemente al Verdone nella forma del corpo. In questo Ibrido si evidenzia la felice fusioni dei colori dei genitori, con il verde del Verdone accentuato, mentre le striature e marcature del Lucherino sono leggere.
    Comportamento e movimento dell’Ibrido prendono molto dal Verdone.
    Anche il suo canto è simile a quello del Verdone, con mescolate alcune note del Lucherino.
    Le femmine di questa Ibridazione hanno colori più pallidi e più sbiaditi, con la generale superficie del piumaggio sfumata di cenere.
    Buon Allevamento 
    • 12
  13. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione consanguineità nei canarini   

    Si loro sono convinti…..
    Nella migliore delle ipotesi questi allevatori otterranno un soggetto mediocre (e non un riproduttore) per puro colpo di fortuna e la maggioranza dei soggetti prodotti, saranno scarto. Credimi.
    L’allevatore avveduto che ha creato un buon ceppo e non intende buttare anni di lavoro, acquista, solo se è costretto.
    L’allevatore accorto deve evitare di costituire troppe linee consanguinee, se tempo e spazio sono insufficienti, tenendo sempre presente che applicando la consanguineità, tempo e cure devono essere lunghi e più accurate in confronto agli allevamenti esoincrocio.
    Soltanto i migliori giovani che evidenziano le buone qualità del soggetto che manifesta la caratteristica desiderate, devono essere tenuti.
    Gli altri che non evidenziano le buone caratteristiche, anche se sono in possesso di un simile patrimonio ereditario come fratelli dei precedenti, devono essere quasi sempre scartati.
    • 14
  14. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione consanguineità nei canarini   

    Esatto.
    Più acquisti si fanno, e tanto più aumentano i pericoli di introdurre gravi malattie infettive e di origini ereditarie.
    • 14
  15. Antonio Papania ha aggiunto un messaggio nella discussione consanguineità nei canarini   

    Novello, moltissimi allevatori, purtroppo ogni anno acquistano volatili da diverse fonti, allevatori, negozi, mercatini, mostre, ecc….
    E con PATRIMONI EREDITARI del tutto SCONOSCIUTI e fatto ciò perché succubi del diffuso ed errato concetto di migliorare l’allevamento.
    Ebbene per questi motivi gli allevatori sbagliano perché in verità otterranno solo un GUAZZABUGLIO DI GENI e diverse INCOMPATIBILITA’ GENETICHE.
    • 15
  • advertisement_alt