Titolo Esperienza con il Cavallo

1 risposta in questa discussione

Inviato

Ammetto che mi piacciono i cavalli. E spettacolare essere nel posto giusto. Si, perché con i cavalli potrai entrare in contatto con la bellissima natura e ben felice salire sulla loro groppa. Un vero paradiso per cavallerizzi. Si il cavallo è uno dei miei animali preferiti. Già, perché stare con loro è meraviglioso loro ti insegneranno ad amare e a conoscere la natura. E quando sei in sella, ti aspettano anche tante altre avventure, risalire i fiume, raggiungere le cascatelle per un bel bagno, immergerti nel verde di una foresta incredibilmente suggestiva e cercare gli animali selvatici che popolano le Foreste. Si vedono cervi, caprioli, lupi, cinghiali e uccelli... e con un po' di fortuna potrai anche fotografarli. E una cosa meravigliosa. Secondo me l'esperienza viene spendendo tante ma tante ore in sella quanto da terra, sempre accanto ai quadrupedi. Mi spiego: secondo me l'esperienza viene dal montare diversi cavalli ogni giorno, l'ho sperimentato io stessa quest'estate, poichè dovendo montare 3 cavalli al giorno oltre al mio (causa ferie dei proprietari), mi è venuto più intuitivo capire dove sbagliavo e correggermi, inoltre quando provi un cavallo, diverso dal tuo che ormai conosci, vengono fuori i tuoi difetti ma anche i tuoi pregi che ti permettono di entrare in sintonia col nuovo quadrupede in più o meno tempo. Ovviamente credo che l'esperienza venga anche montando lo stesso cavallo (per chi ha un cavallo di proprietà come me ovviamente), perchè comunque io ho visto i progressi che ho fatto col mio cavallo da quando iniziai la mezzafida a quando diventò mio ad ora. E questi progressi li ho visti sia in me sia nel cavallo, nel lavoro in piano tanto quanto sui salti. Probabilmente, anzi sicuramente, anche perchè pian piano ci siamo adattati l'uno all'altra e siamo diventati un binomio. Però credo che anche cambiare cavallo ogni tanto faccia solo che bene,infatti una volta montati i 3 non miei, quando salivo sul mio mettevo a frutto il lavoro con gli altri e ho notato un grande miglioramento e logicamente ho notato anche quanto sono affine a lui rispetto agli altri. Per quanto riguarda l'apprendimento da terra invece secondo me è altrettanto importante frequentare l'ambiente del maneggio, ma anche quello delle gare. Esempio: in maneggio magari uno che ha poco tempo ci va per quelle tre ore (tre/quattro volte a settimana che fa lezione) che bastano per sellare,far lezione,dissellare e sistemare l'equino. Beh io sono fortunata ad avere parecchio tempo in pausa pranzo e solitamente faccio lezione la sera dopo il lavoro. E stando in maneggio due ore in pausa pranzo, con gente di cavalli, i gestori, gente per cui il cavallo è "la vita che fanno", noti mille sfumature che andando magari solo per la lezione non vedresti. Esempio: se chiedi loro ti rispondono, così se all'1 arriva il maniscalco, io mi piazzo li accanto e gli chiedo il perchè e il percome ad esempio di una ferratura particolare. Se arriva un carico di fieno "diverso" chiedo da cosa è composto. Se c'è un cavallo che marca lo guardo insieme a loro e cerco di capirci qualcosa. Ecco per me l'eperienza è data da tutta questa serie di cose. Poi ovvio i libri sono utili e quelli di veterinaria interessantissimi e ti danno modo perlomeno di capire il concetto base (ad esempio se si parla di falange o di nodello piuttosto che di garretto). Però l'esperienza sul campo,in cui puoi vedere e toccare con mano, per me è la migliore.

a 5 persone è piace questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • advertisement_alt