Rio delle Amazzoni, chiamato anche Fiume Marañón e Fiume Solimões


1 risposta in questa discussione

Inviato

Rio delle Amazzoni, chiamato anche Fiume Marañón e Fiume Solimões

È il più grande fiume del Sud America e il più grande sistema di drenaggio al mondo in termini di volume del suo flusso e l'area del suo bacino.
La lunghezza totale del fiume, misurata dalle sorgenti del sistema fluviale Ucayali-Apurímac nel sud del Perù, è di almeno 4.000 miglia (6.400 km), che lo rende un po 'più corto del Nilo, ma uguale alla distanza da New York a Roma.
La sua fonte più occidentale è alta nella Cordillera de los Andes, entro 160 miglia (100 miglia) dall'Oceano Pacifico, e la sua foce nell'Oceano Atlantico, sulla costa nord-est del Brasile.
Storia e origine del Rio delle Amazzoni
Durante quello che molti archeologi chiamano lo stadio formativo, le società amazzoniche furono profondamente coinvolte nell'emergere di sistemi agrari negli altipiani del Sud America.
Il commercio con le civiltà andine nelle terre delle sorgenti delle Ande, costituì un contributo essenziale allo sviluppo sociale e religioso delle civiltà di altitudine, tra le altre, i Muiace e gli Incas. I primi insediamenti umani erano generalmente basati su basse colline o tumuli.
Cinque tipi di tumuli archeologici sono stati osservati nella regione amazzonica: detriti da gusci artificiali e tumuli, piattaforme artificiali di terra per interi villaggi, cumuli di terra e creste per la coltivazione, strade e canI tumuli erano le prime prove di una stanza; Rappresentano cumuli di spreco umano e sono principalmente datati tra 7500 e 4000 anni. Sono associati alle culture dell'età della ceramica; nessun tumulo di carapace pre-ceramico è stato finora documentato dagli archeologi.
Le piattaforme di terra artificiale per interi villaggi sono il secondo tipo di tumuli. Sono meglio rappresentati dalla cultura Marajoara. I tumuli figurativi sono i tipi di occupazione più recentiali e tumuli figurativi, sia geometrici che biomorfi.
Ci sono ampie prove che le aree che circondano il Rio delle Amazzoni ospitavano società indigene complesse e su larga scala, principalmente cacicazgos che svilupparono grandi città e città.
Gli archeologi stimano che quando il conquistatore spagnolo De Orellana viaggiò attraverso l'Amazzonia nel 1541, più di 3 milioni di indiani vivevano in Amazzonia. Questi insediamenti pre-colombiani hanno creato civiltà altamente sviluppate.
Ad esempio, gli indiani precolombiani sull'isola di Marajó potrebbero aver sviluppato una stratificazione sociale e sostenere una popolazione di 100.000 persone. Per raggiungere questo livello di sviluppo, gli abitanti indigeni della foresta amazzonica hanno cambiato l'ecologia della foresta attraverso la coltivazione selettiva e l'uso del fuoco.
Gli scienziati sostengono che bruciando ripetutamente aree della foresta, gli indigeni hanno reso il suolo più ricco di sostanze nutritive. Questo ha creato aree di terreno oscuro conosciute come indian terra preta ("Indian dark earth").
Nel marzo del 1500, il conquistador spagnolo Vicente Yáñez Pinzón è stato il primo europeo documentato a navigare sul Rio delle Amazzoni. Pinzón chiamò il torrente Santa María del Mar Dulce, in seguito abbreviato in Mar Dulce, letteralmente, il dolce mare, a causa della sua acqua dolce che spinge verso l'oceano (vedi articolo: Putumayo River).
Un altro esploratore spagnolo, Francisco de Orellana, fu il primo europeo a viaggiare dalle origini dei bacini a monte, situati nelle Ande, fino alla foce del fiume. In questo viaggio, Orellana battezzò alcuni degli affluenti dell'Amazzonia come Río Negro, Napo e Jurua.
Francisco de Orellana lo chiamò il Rio delle Amazzoni, che è il fiume più grande del mondo. ... Orellana, che perse un occhio durante l'avventura, raccontò al suo ritorno in Spagna che i brigantini erano stati attaccati da numerose donne guerriere che dominavano l'arco e le frecce.
Cosa significa Rio Amazonas? Viene preso dai guerrieri nativi che hanno attaccato questa spedizione, per lo più donne, che hanno ricordato a De Orellana i guerrieri amazzonici dell'antica cultura ellenica in Grecia.
Scoperta del Rio delle Amazzoni
L'esploratore portoghese Pedro Teixeira fu il primo europeo a viaggiare attraverso il fiume. Arrivò a Quito nel 1637 e ritornò con lo stesso percorso.
Dal 1648 al 1652, il bandeirante portoghese brasiliano António Raposo Tavares condusse una spedizione da San Paolo via terra alla foce del Rio delle Amazzoni, indagando su molti dei suoi affluenti, incluso il Río Negro, e percorrendo una distanza di oltre 10.000 km (6.214 miglia) .
In quello che attualmente è il Brasile, l'Ecuador, la Bolivia, la Colombia, il Perù e il Venezuela, una serie di insediamenti coloniali e religiosi sono stati stabiliti lungo le rive dei fiumi e degli affluenti principali allo scopo di commercializzare, ridurre in schiavitù ed evangelizzare le popolazioni indigene. della vasta foresta tropicale, come l'Urarina.
Alla fine del diciassettesimo secolo, il gesuita spagnolo padre Samuel Fritz, un apostolo degli Omaguas, stabilì una quarantina di villaggi di missione.
La fonte del Rio delle amazzoni
Si pensava che la fonte più lontana dell'Amazzonia fosse nel drenaggio del fiume Apurímac per quasi un secolo. Questi studi hanno continuato a essere pubblicati anche di recente, come nel 1996, 2001, 2007 e 2008.
Dove diversi autori hanno identificato il Mismi innevato di 5.597 m (5.797 m), situato a circa 160 km (99 miglia) ad ovest del Lago Titicaca e 700 km (430 miglia) a sud-est di Lima, come la sorgente più distante del fiuDa quel punto, la gola Carhuasanta emerge dal Nevado Mismi, si unisce al torrente Apacheta e quindi forma il fiume Lloqueta che diventa Río Hornillos e infine si unisce al fiume Apurímac.
Uno studio del 2014 condotto dagli americani James Contos e Nicholas Tripcevich in Area, una rivista peer-reviewed della Royal Geographic Society, tuttavia, identifica la fonte più lontana dell'Amazzonia come nel drenaggio del fiume Mantaro.
Una varietà di metodi sono stati usati per confrontare le lunghezze del fiume Mantaro con il fiume Apurímac dai suoi punti di origine più lontani alla sua confluenza, mostrando la lunghezza più lunga del Mantaro.
Sono state quindi misurate le distanze dal Lago Junín a diversi potenziali punti di origine nel fiume Mantaro, che ha permesso loro di stabilire che la catena montuosa Rumi Cruz era la fonte d'acqua più distante nel bacino del Mantaro (e quindi in tutto il bacino). dell'Amazzonia).
Caratteristiche e posizione del Rio delle Amazzoni
Il vasto bacino amazzonico (Amazzonia), la più grande pianura dell'America Latina, ha un'area di circa 2,7 milioni di miglia quadrate (7 milioni di km quadrati) ed è quasi il doppio di quella del fiume Congo, un altro grande sistema di drenaggio equatoriale della Terra.
Più di due terzi del bacino è coperto da un'immensa foresta tropicale, che si estende fino alla foresta secca e alla savana ai margini più a nord e sud e alla foresta montana nelle Ande a ovest. La foresta pluviale amazzonica, che rappresenta circa la metà della foresta pluviale tropicale rimanente sulla Terra, costituisce anche la sua più grande riserva di risorse biologiche.
Dagli ultimi decenni del XX secolo, il bacino amazzonico ha attirato l'attenzione internazionale perché le attività umane hanno sempre più minacciato l'equilibrio dell'ecologia estremamente complessa della foresta.
La deforestazione si è accelerata, soprattutto a sud del Rio delle Amazzoni e ai piedi delle Ande, mentre nuove strade e strutture di trasporto aereo hanno aperto il bacino a un'ondata di coloni, compagnie e ricercatori nel fiume hirvinte del Amazonas.
Importanti scoperte minerarie hanno portato più afflussi di popolazione. Le conseguenze ecologiche di tali sviluppi, che potenzialmente trascendono il bacino e assumono persino un'importanza globale, hanno attirato una considerevole attenzione scientifica.
Flora e fauna del fiume Amazon
La caratteristica predominante dominante del bacino amazzonico è la foresta tropicale, o giungla, che ha una complessità sconcertante e una varietà prodigiosa di alberi. Infatti, in un singolo acro di foresta sono state contate fino a 100 specie di alberi e poche di esse si verificano più di una volta.
La foresta pluviale amazzonica ha una struttura sorprendentemente stratificata. I giganti amanti del sole della tomaia raggiungono la calotta, si alzano fino a 120 piedi (40 metri) dal suolo; alberi singoli occasionali, si alzano oltre la chioma, raggiungendo spesso altezze di 200 piedi (60 metri).
I suoi tronchi dritti e biancastri sono punteggiati di licheni e funghi. Una caratteristica di questi alberi giganti sono i loro contrafforti, gli ingrandimenti basali dei loro tronchi, che aiutano a stabilizzare gli alberi più pesanti durante i venti forti.
Altre caratteristiche delle foglie di alberi sono strette, verso il basso, di Depressione "punta a goccia" in modo semplice e caulifloria (produzione di fiori di tronchi direttamente invece dei rami).
I fiori sono discreti. Tra i membri prominenti delle specie di chioma, che catturano gran parte della luce del sole e svolgono la maggior parte della fotosintesi, ci sono alberi di gomma (Hevea brasiliensis), alberi di seta (Ceiba pentandra), alberi di castagno (Bertholletia excelsa ), alberi di sapucaia ) e alberi di sucupira (Bowdichia).
Sotto la tettoia ci sono due o tre livelli di alberi tolleranti all'ombra, tra cui alcune specie di palme, dei generi Mauritia, Orbignya ed Euterpe. Sono comuni anche mirti, allori, bignonie, fichi, cedri spagnoli, mogano e palissandro.
Ammettono un gran numero di epifite (piante che vivono in altre piante), come orchidee, bromelie e cactus, nonché felci e muschi. L'intero sistema è intrecciato da una misteriosa rete di viti di corno di legno note come liane.
Oltre alle foreste pluviali della terraferma, ci sono due tipi di foresta pluviale allagate, várzea e igapó, che costituiscono circa il 3% della foresta pluviale amazzonica totale.
Le foreste di Várzea si trovano in pianure alluvionali ricche di limo e sostanze nutritive provenienti da fiumi bianchi come Madeira e l'Amazzonia, con il suo mosaico in continua evoluzione di laghi, paludi, banchi di sabbia, canali abbandonati e argini naturali .
Generalmente non sono alti, diversi o vecchi come quelli sulla terraferma e sono soggetti a periodiche distruzioni da inondazioni e manipolazioni umane. (Il várzea e i suoi margini privi di allagamento attirano la maggior parte degli insediamenti umani).
La canna selvatica (Gynerium) e le erbe e le erbe acquatiche, così come le specie di alberi pionieri a crescita rapida dei generi Cecropia, Ficus ed Erythrina, sono ben visibili.
Le foreste di Igapó crescono lungo le pianure sabbiose di acque nere e fiumi di acque limpide come Negro, Tapajós e Trombetas. Queste foreste possono raggiungere un livello di piena di 40 piedi (12 metri) durante la metà dell'anno, ma si può accedere in canoa.
La bassa giungla della striscia andina diventa una foresta montagnosa o una nuvola, discontinua e ingarbugliata, formata da alberi deformi coperti di muschi, licheni e bromelie. Lì puoi trovare la cinchona, o albero della corteccia febbrile, una volta sfruttata dal suo agente antimalarico, il chinino.
A quote ancora più elevate c'è la crescita dell'erba e dell'arbusto delle aree di páramo e della fredda regione di Antiplano.
Dare una descrizione succinta di tutta la fauna dell'Amazzonia è tanto impossibile quanto descrivere adeguatamente la grande diversità della sua flora; In parte questo è dovuto al fatto che molte delle specie nella regione non sono state ancora identificate.
I fiumi e i torrenti del bacino sono pieni di vita, e il baldacchino della foresta risuona con le grida di uccelli e scimmie e il ronzio degli insetti. Vi è una notevole carenza di grandi specie di mammiferi terrestri; in effetti, molti dei mammiferi sono arboricoli.
Animali del fiume Amazon
Più di 8.000 specie di insetti sono state raccolte e classificate. Miriadi di zanzare possono trasmettere malattie come la malaria e la febbre gialla. Le formiche taglia-foglie (dei generi Atta e Acromyrmex) sono frequenti, come lo sono le onnipresenti piccole mosche nere conosciute come pioni in Brasile.
Lucciole, api, calabroni, vespe, scarafaggi, scarafaggi, cicale, millepiedi, scorpioni, zecche, insetti rossi e ragni giganti sono abbondanti. Le più spettacolari, tuttavia, sono le centinaia di specie di farfalle dai colori vivaci; a volte migliaia di farfalle si radunano nel pomeriggio sulle rive del fiume.
Gli alligatori sono cacciati per la loro pelle, le tartarughe di fiume e le loro uova sono considerate una prelibatezza, e la mucca di mare gigante, o lamantino, è ricercata per la sua carne e olio. Tutti sono minacciati dalla caccia eccessiva e il lamantino è stato incluso come una specie in via di estinzione.
Gli animali acquatici includono anche delfini di fiume (Inia geoffrensis); il capibara semi-acquatico, il più grande roditore del mondo (fino a 170 libbre [80 kg]); e la lontra, o nutria, apprezzata soprattutto per la sua pelle.
Altri roditori comuni includono paca, agouti, porcospino e specie locali di scoiattoli, ratti e topi.
Il tapiro, il pecari dalle labbra bianche e diverse specie di cervi sono originari del bacino amazzonico e molto ricercati per la loro carne. Il bufalo indiano, introdotto dal sud-est asiatico come bestiame da lavoro e da latte, predomina nelle zone remote e paludose dell'isola di Marajó (vedi articolo: Arkansas River).
Pesca nel Rio delle Amazzoni
L'immenso ecosistema della foresta pluviale amazzonica significa che la ricerca di pesci in Amazzonia può essere un'esperienza molto eccitante. Dallo strano e meraviglioso al assolutamente strano, il Rio delle Amazzoni è pieno di pesci, molti dei quali potresti non aver mai sentito e mai trovare da nessun'altra parte.
Con circa il 30% del Sud America, il bacino del Rio delle Amazzoni ospita oltre 2.000 diverse specie ittiche endemiche della regione amazzonica, che comprende 15.000 affluenti e una lunghezza totale di 6.520 km. Il Brasile ha alcuni dei pesci più interessanti e più grandi della regione, mentre molti altri risiedono nelle acque degli altri paesi che ospitano l'Amazzonia.
Pesce del Rio delle Amazzoni
All'interno del sistema del Rio delle Amazzoni sono state trovate circa 1.500 specie di pesci, ma molte altre non sono state identificate. La maggior parte dei pesci è migratrice e si trasferisce in grandi scuole al momento della deposizione delle uova.
I pesci rappresentano una fonte critica di proteine nella dieta spesso povera di carne della popolazione caboclo. (Il termine caboclo si riferisce alle persone di discendenza mista europea e indiana in Brasile che vivono su fiumi e foreste).
Tra le specie commerciali più importanti ci sono il pirarucu (Arapaima gigas), uno dei più grandi pesci d'acqua dolce del mondo, e diversi pesci gatto giganti. Il piccolo piranha mangia carne si nutre generalmente di altri pesci, ma può attaccare qualsiasi animale o umano che entra nell'acqua.
I suoi denti aguzzi tagliavano pezzi di carne, spogliando il suo cadavere di carne in pochi minuti. Alcune specie ittiche sono diventate localmente minacciate dal momento che la domanda globale di pesce congelato ed essiccato è aumentata.
I pesci tropicali del Rio delle Amazzoni sono anche alcuni dei più desiderati per l'alimentazione e l'allevamento e per l'uso come campioni di acquario. Iquitos, Manaus e il porto colombiano di Leticia sono i centri di questi scambi.
Delfino del Rio Amazonas
Il delfino del Rio delle Amazzoni, noto anche come il delfino del fiume rosa o Boto, vive solo in acqua dolce. Si trova in gran parte dei bacini dei fiumi Amazzonia e Orinoco in Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù e Venezuela
È un cetaceo d'acqua dolce relativamente abbondante con una popolazione stimata in decine di migliaia. Tuttavia, è classificato come vulnerabile in alcune aree a causa di dighe che frammentano e minacciano determinate popolazioni e altre minacce come la contaminazione di fiumi e laghi.
Curiosità Rio Amazonas
1. L'Amazzonia è la più grande foresta tropicale del mondo. Coprendo più di 5,5 milioni di chilometri quadrati, è così grande che il Regno Unito e l'Irlanda si adatterebbero 17 volte!
2. Attraversando il nord della giungla si trova il Rio delle Amazzoni. Con una lunghezza di circa 6.400 km, è il secondo fiume più lungo del mondo. Il più lungo è il fiume Nilo, che si estende per oltre 6.650 km!
3. Nel 2007, un uomo di nome Martin Strel nuotò lungo il Rio delle Amazzoni! Per completare il suo viaggio nella giungla, Martin ha attraversato l'acqua per un massimo di dieci ore al giorno per 66 giorni.
4. Circa 400-500 tribù indigene indigene chiamano la foresta pluviale amazzonica. Si ritiene che una cinquantina di queste tribù non abbia mai avuto contatti con il mondo esterno.
5. L'Amazzonia ha un ecosistema incredibilmente ricco: ci sono circa 40.000 specie di piante, 1.300 specie di uccelli, 3.000 tipi di pesci, 430 mammiferi e ben 2.5 milioni di insetti diversi.
6. L'Amazzonia è la patria di molti affascinanti e mortali. - creature, tra cui anguille elettriche, piranha che mangia carne, rane avvelenate, giaguari e alcuni serpenti velenosi.

49728095_10215442940080656_8372810173982441472_o.jpg

49719570_10215442888879376_8279192836256038912_o.jpg

49599784_10215442885119282_3428834630491439104_o.jpg

49251667_10215442875439040_8375102462452826112_n.jpg

50089354_10215443000002154_4716557480434335744_o.jpg

50099181_10215442867958853_1123193020884189184_o.jpg

49348755_10215442920520167_2383745847583047680_n.jpg

49643175_10215443002242210_749688706180317184_o.jpg

49564043_10215442987321837_7422252203919802368_o.jpg

49656236_10215442967001329_2686880267058020352_o.jpg

49755993_10215442965681296_1756569404188917760_o.jpg

49637403_10215442980481666_8507518116664705024_o.jpg

49414067_10215442978361613_6019689564933718016_o.jpg

49688578_10215443006162308_1695284249554321408_o.jpg

50120749_10215442952680971_5477137218654961664_o.jpg

49251667_10215442875439040_8375102462452826112_n.jpg

49854791_10215442900639670_8541310193500160000_o.jpg

49708558_10215442904439765_918328067322019840_o.jpg

a 2 persone è piace questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • advertisement_alt